Tris di stelle italiane premiate con il Coriandolo d’oro

-

Un appuntamento di grande semplicità ed emozione, condotto dal presentatore Mattia Di Vivona con il supporto di Federica Michetti e al quale hanno partecipato in veste istituzionale i rappresentanti di cinque Comuni versiliesi (i sindaci Umberto Buratti, Maurizio Verona, Alessandro Del Dotto e Riccardo Tarabella e il vice sindaco Damasco Rosi), oltre alla Fondazione Carnevale di Viareggio (con il vicepresidente Marco Szorenyi e Monica Guidi, componente del cda), alla presidente del Consorzio di Promozione Turistica della Versilia, Roberta Palmerini e a una “madrina” d’eccezione, la showgirl e attrice teatrale Alessia Fabiani.

E’ stato Andrea Olivieri, technical manager dell’azienda orafa Oro Più che realizza il magnifico trofeo gioiello, ad aprire ufficialmente i lavori.

“Questo premio porta in sé, già nel nome, un grande senso di gioia – ha esordito Anna Fendi – ed è stata una gioia vedere i laboratori dove nasce il Carnevale, che ha un passato così antico e che, come la moda, vive di creatività. Ho un augurio e una raccomandazione da fare agli artisti del Carnevale: abbiate la forza di trasmettere ai più giovani la vostra artigianalità, perché è il nostro patrimonio più grande”.

“Sono onorato di ricevere questo premio davanti a cinque sindaci – ha proseguito Renato Balestra – e da parte di persone che ci hanno accolto con così grande entusiasmo. Negli hangar della Cittadella non ho visto solo artigiani, ma veri artisti. E davanti alla loro arte, mi sono permesso di lanciare un’idea: perché non fare un carro dedicato alla moda? E chissà che una delle mie prossime collezioni non sia ispirata al Carnevale di Viareggio”.

Ultimo ad intervenire il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi: “Grazie – è stata la sua prima parola – perché sono riuscito a dormire e mi capita poche volte, da 6 mesi a questa parte. Se si ama una cosa ci si crede, se ci si crede si combatte: si può anche perdere, ma l’avremmo comunque fatto per amore. Questo premio, per me, è un inno all’amore. E lo ricevo a nome di una comunità che continua ad amare un paese che non c’è più, Amatrice, ma che in realtà continua ad esserci, perché ci sono le persone. Questo coriandolo mi dà la forza di guardare in alto, come me la danno le mie montagne nei momenti di difficoltà: le guardo e vado avanti, perché amo profondamente Amatrice”

di Redazione

Omicidio Halloween: prima udienza per maggiorenni, la sentenza il 24 maggio

-

Secondo la Procura, che ha chiesto il rinvio a giudizio, sono gli altri due giovani coinvolti nell’aggressione del 31 ottobre 2014 in via Coppino in Darsena a Viareggio.

Entrambi i ragazzi, che sono maggiorenni, sono accusati di omicidio e tentato omicidio, esattamente come gli altri due minorenni, già condannati. La Procura ritiene che tutti e quattro abbiano avuto un ruolo nel massacro della notte di Halloween del 2014. Il sostituto procuratore Sara Polino, titolare dell’inchiesta, ha ritenuto credibili la testimonizna di uno dei minorenni che si era subito autoaccusato del pestaggio di Iacconi, che è stato condannato a 12 anni sia in primo grado, che in appello. Dopo la prima udienza di stamani è stato rimandata al 24 di maggio una successiva udienza, nel corso della quale ci sarà molto probabilmente la sentenza.

I legali chiederanno per entrambi i ragazzi il rito abbreviato.  I familiari di Manuele Iacconi si sono costituiti parte civile, compreso l’amico Matteo Lasurdi che rimase ferito.

di Redazione

Quale futuro per il mondo agricolo della Versilia?

-

Molti gli agricoltori, apicoltori, floricoltori versiliesi e camaioresi in particolare presenti, insieme alle associazioni di categorie, interevnuti per presentare le proprie necessità all’assessore regionale Marco Remaschi e al sindaco Alessandro Del Dotto.

L’iniziativa è dell’associazione e lista Progetto Comune con la consulenza scientifica del Professor Francesco Di Iacovo, ordinario di Economia Agraria presso l’Università di Pisa.

di Redazione

La senatrice Granaiola lascia il PD: “Vado con MDP di Rossi”

-

“E’ con grande rammarico che lascio questo PD”, scrive, e “aderisco alla nuova formazione nella speranza che possa essere un luogo dove la discussione ed il confronto tra orientamenti ed idee anche diversi siano realmente riconosciuti come un valore ed un’opportunit di crescita e dove il bisogno di un nuovo, radicale riformismo sia considerato essenziale”.
“La mia esperienza politica è nata come militante della sinistra DC e da sinistra sono stata una delle fondatrici del PD – si legge in un testo – Partito che faceva dell’incontro tra le diverse correnti democratiche della tradizione politica italiana uno dei motivi fondanti”. Ma “oggi – critica Granaiola – prendo atto con grande dispiacere che proprio quel confronto tra diversi orientamenti è stato messo pesantemente in discussione, additato come ostacolo, isolato e marginalizzato. Purtroppo non si è trattato di eventi occasionali, ma di comportamenti diffusi, da tempo in atto”.

di Redazione

Annullato il corso del Martedì Grasso, Miss Italia in Cittadella

-

“A causa del vento in grande aumento (previsto fino a raffiche di 80-120 chilometri orari nel tardo pomeriggio) il corso mascherato di oggi e’ stato annullato per motivi di sicurezza. Chi avesse già acquistato il biglietto può chiederne il rimborso dove acquistato. Per chi lo avesse acquistato online, vivaticket darà le informazioni per il rimborso. Alla Cittadella del #CarnevalediViareggio musei aperti e hangar aperti per poter vedere le opere allegoriche con animazione.”

 

di Redazione

Carnevale di Viareggio, un business da 26 milioni di euro

-

Tutta l’industria del Carnevale è  un comparto che non conosce crisi e muove a livello nazionale un indotto da oltre 200 milioni. A fare la parte del leone, naturalmente, è Venezia con 55 milioni, al secondo posto si piazza Viareggio (26 ml), segue Ivrea con 2,5 milioni e via via tutti gli altri.
L’indagine della Confederazione Italiana Artigiani punta i riflettori soprattutto sulla grande manifestazione viareggina, nata nel 1873 e fermata solo dalle due guerre mondiali. Per l’anno in corso (le sfilate sono cominciate il 12 febbraio e termineranno il 5 marzo) il giro d’affari complessivo dell’evento clou della cittadina balneare toscana è  stimato in crescita almeno del 10% rispetto al 2016: con l’indotto tocca i 26 milioni.

In aumento anche il numero di biglietti, stimato intorno al +15% rispetto all’anno scorso pari a un valore vicino ai due milioni.    Solo nelle prime due sfilate sono stati venduti circa 27mila biglietti (2.500 in più dell’edizione 2017) per un incasso di 665mila euro, di gran lunga il più elevato degli ultimi anni.

Il Carnevale di Viareggio arreca grandi benefici anche all’intera industria turistica della cittadina e dei suoi immediati dintorni. Quest’anno si prevede una crescita delle presenze nelle giornate delle sfilate pari al 10 per cento e un incremento dei pernottamenti tra il cinque e il sei per cento

di Redazione

Scontro frontale a Tonfano: muore filippina di 56 anni

-

A subire il malesse è stata però un’altra signora, 50enne, che viaggiava sulla via di scorrimento a bordo di una Mini rossa. Si stava recando al pronto soccorso per una ferita alla mano. E’ stato il dolore probabilmente a provocarle lo svenimento. Ma l’auto con cambio automatico ha continuato la sua corsa: è finita nell’altra corsia, poco prima della rotatoria con via Tonfano, scontrandosi frontalmente con un Doblò bianco con a bordo quattro persone, tra cui un minore.

La donna filippina, sposata con un italiano, si trovava sui sedili posteriori: fatale, forse, la ruota di scorta che si trovava stranamente accanto a lei. Non c’è stato niente da fare.  A vuoto gli infiniti tentativi di rianimarla, inutile l’intervento dell’elicottero Pegaso atterrato poco distante. Gli altri tre sono stati portati in codice verde al Pronto Soccorso. La donna alla guida della Mini dopo il malore si è subito ripresa e quando è stata soccorsa era cosciente e in condizioni non preoccupanti.

Sul posto l’automedica del 118, le ambulanze della Croce Verde di Lido, della Misericordia di Marina e della Croce Rossa. A coordinare gli agenti della Polizia Municipale di Pietrasanta è intervenuto il Comandante Giovanni Fiori, per regolare il traffico prontamente deviato all’altezza della rotonda.

di Redazione

Miss Italia super ospite del Martedì Grasso, con l’incognita meteo

-

Ospiti del quarto Corso Mascherato saranno S.E il dr. Rayed Kahlid Krimly Ambasciatore dell’Araba Saudita in Italia e la consorte, l’Imam Izzeddin Elzir presidente dell’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia e l’Arcivescovo di Lucca Monsignor Italo Castellani.

Sarà ospite del Carnevale di Viareggio anche Miss Italia Rachele Risaliti, incoronata  a  Jesolo  a settembre. Ventidue anni il primo febbraio scorso, Rachele studia con grande passione, pronta però a cogliere le giuste opportunità offerte dal mondo dello spettacolo; è sportiva ed è legatissima al fidanzato, Federico, toscano, studente di Economia a Londra.

Terminata la diretta Rai la sfilata delle opere allegoriche proseguirà fini all’imbrunire. Saranno poi i fuochi artificiali della ditta Panzera di Torino a chiudere il Corso Mascherato. La lunga serata proseguirà con la festa rionale al CarnevalDarsena.

Il gran finale del Carnevale di Viareggio è in programma domenica 5 marzo con il quinto Corso Mascherato (inizio ore 15) che terminerà con la proclamazione dei verdetti delle giurie e con il grande spettacolo pirotecnico di Chiusura.

 

di Redazione

Il Rally del Carnevale al duo D’Arcio-Filippini

-

Alla fine ha vinto l’emiliano D’Arcio che con la lucchese Filippini nell’ultimo giro ha dato il classico colpo di reni e distanziato così gli avversari. Per il duo tosco-emiliano viene confermato il valore mostrato a fine 2016 con la vittoria del Rally della Fettunta, bissando così nel giro di pochi mesi la vittoria. Dietro all’equipaggio della Eurosport, bagarre per la piazza d’onore con Panzani-Luisotti che ha, dopo un inizio in  sordina, recuperato secondi preziosi nelle prove successive e avuta la meglio sugli avversari. Anche per Panzani questa gara spot in attesa di un programma in fase di definizione visto che al Rally di Montecarlo, uno dei più seguiti a livello mondiale, ha colto poche settimane fa una strepitosa vittoria all’interno dei Trofeisti provenienti da tutta Europa.  Il terzo gradino del podio è stato guadagnato da un sorprendente Arzà che con Moriconi divideva per la prima volta una Peugeot 208 R con cui si è trovato subito ben a suo agio.

di Redazione