Acqua marrone dai rubinetti: arrivano i torbidimetri nei tubi

MASSAROSA - L'obiettivo è tenere sotto controllo la rete acquedottistica del comune di Massarosa, realizzando uno studio approfondito delle infrastrutture mediante una campagna di misurazioni: è iniziata in queste ore l'installazione dei 6 misuratori di torbidità (o "torbidimetri"), già annunciati da GAIA S.p.A., sulle tubazioni del Comune.

-

L’installazione sarà completata nel giro di due settimane.  I torbimetri sono apparecchi di alta precisione in grado di rilevare la presenza di agenti intorbidanti nelle condotte idriche attraverso la misurazione in tempo reale della torbidità, durante tutto il percorso dell’acqua nella rete di distribuzione 24h/24, sfruttando l’assorbimento e la riflessione di raggi luminosi di determinata lunghezza d’onda.

I dati rilevati dai torbidimetri verranno registrati e inviati al telecontrollo di GAIA al fine di poter monitorare in tempo reale la qualità dell’acqua immessa in rete. I 6 torbidimetri saranno installati nei seguenti punti:

Serbatoio di Villa Spinola – tubazione in uscita per le località Quiesa e Massaciuccoli;

Stazione di rilancio denominata Sirti –  tubazione in uscita per la località Massarosa;

Serbatoio di Acquachiara – tubazione in ingresso al serbatoio;

Serbatoio Marcaccio – tubazione in uscita per la località Pian di Conca;

Stazione di rilancio denominata Guado –  tubazione in uscita per Serbatoio Marcaccio;

Serbatoio Pian di Mommio – tubazione in uscita per la località Pian di Mommio.