Giovani migranti morti, ancora aperte tutte le piste

STAZZEMA - Nessuna novità, le indagini continuano in tutte le direzioni. Bisognerà attendere ancora per sapere che cosa ha causato la morte dei due giovani nigeriani ospiti dell'agriturismo Le Poiane di Stazzema e del loro connazionale trovato senza vita a Lucca.

-

Sull’esito dell’autopsia svolta dal medico legale Stefano D’Errico sui due ragazzi di Stazzema c’è il massimo riserbo, ma al momento non sarebbero arrivate indicazioni particolari sulle cause del doppio decesso. Sarà necessario attendere altri riscontri e test medici che verranno svolti nei prossimi giorni e i cui esiti potrebbero arrivare molto prima di 60 giorni. Carabinieri di Viareggio e polizia di Lucca lavorano in tutte le direzioni a braccetto con la Procura, ma ad oggi non ci sono né piste precise, nè indagati. L’ipotesi avvelenamento accidentale (dovuta a qualche erba raccolta o comprata) è probabile, ma gli inquirenti non si vogliono sbottonare. E anche i controlli effettuati in un negozio a Montecatini e sui gamberi essiccati tenuti in casa da una nigeriana di Camaiore sarebbero stati preventivi e non legati ad una traccia precisa.