Ruspe in azione all’ex Acli: entro giugno i primi edifici

VIAREGGIO - Ruspe finalmente in azione al cantiere Acli al quartiere Varignano a Viareggio. Dopo oltre cinque anni di stop a causa di una profonda crisi aziendale della ditta appaltatrice, in difficoltà anche per l'accesso al credito con le banche toscane, sono ripartiti i lavori nel vasto terreno di tre ettari che si estende dalla ferrovia all'abitato del più popoloso dei quartieri.

-

Un’area che si era trasformata in una discarica a cielo aperto, dimora di senza tetto, sprofondata nel degrado, tra rifiuti abbandonati e cumuli di eternit smaltiti illecitamente. Tra le proteste infinite dei residenti che vivono dei palazzi di fronte.

Il primo passo è la pulizia dell’area, poi il via alle costruzioni. Entro fine maggio dovranno comparire gli scheletri delle nuove costruzioni. Residenziali e commerciali, ma con un riduzione dei volumi rispetto al progetto iniziale di 10mila metri cubi. Un investimento complessivo di privati per 15 milioni di euro.

Le aree di vendita saranno ridotte a 4.500 metri quadri divisi in due attività di media distribuzione. 25mila metri quadri resteranno a verde e parcheggi. Ci sarà una nuova strade e due rotatorie. Ripartono con nuovo slancio anche i lavori alla Vetraia, dove entro l’estate saranno pronti i primi appartamenti degli oltre 50 complessivi previsti a costo calmierato.