Sette licenziamenti a Pioppogatto: lavoratori in agitazione

VERSILIA - Sette licenziamenti in arrivo sui 28 lavoratori complessivi per Vera srl. L'annuncio della società pubblico-privata che gestisce l'impianto di smaltimento rifiuti di Pioppogatto è arrivato oggi, dopo due incontri consecutivi in Prefettura.

-

A riferirlo è la Funzione Pubblica Cgil di Lucca.

“Riduzione di personale inevitabile – ha spiegato Vera ai sindacati  – vista la riduzione di conferimenti dai Comuni versiliesi e la decisione di trasferire la gestione di Pioppogatto alla società Reti Ambiente di Area Vasta.”

A ciò si aggiunge una grave situazione di cassa per Vera. Secondo la Cgil mancherebbero all’appello circa 4milioni di euro, inevasi da alcuni Comuni della Versilia. Di fronte a questa situazione, FP CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI hanno indetto lo stato di agitazione “per contrastare con ogni mezzo l’evenienza dei licenziamenti.”

I sindacati hanno chiesto immediatamente un incontro all’azienda e alla prefettura di Lucca. “Se non si trovassero soluzioni lo stato di agitazione potrebbe sfociare senza ombra di dubbio in iniziative di sciopero e di sospensione di attività in regime straordinario. “

La società Vera era nata nel luglio 2012 per salvare i 28 ex-dipendenti di Veolia, la multinazionale francese che gestiva l’impianto, attraverso un accordo tra Comuni, Prefettura e Regione Toscana.