Strettoia vince la sfida del tordello pietrasantino

PIETRASANTA - Strettoia scalza dal trono del tordello doc pietrasantino la Marina grazie alle cuoche-nonne Marinella ed Angela. Non c'è stata storia nella sfida a colpi di sugo, ripieno e pasta "tirata a mano" tra le contrade di Pietrasanta che sono tornate ad affrontarsi anche in cucina in occasione della fiera tradizionale di San Biagio.

-

Tifo da stadio al Centro Arti Visive, inedita scenografia, che ha ospitato giovedì 3 febbraio la disfida tra i contradaioli che non hanno fatto mancare il sostegno alle loro cuoche e cuochi che, indossato il cappello da chef, hanno rappresentato i colori delle rispettive contrade. In giuria, ad assaggiare e giudicare, un pool di esperti formato da ristoratori, giornalisti e buongustai formato da Martina Sodini, Daniele Lazzerini, Monika Panella, Maria Antonietta Di Benedetto (membro Consiglio Amministrazione Fondazione Versiliana – Start) ed Irene Arquint (giornalista enogastronomica).

Primo posto conquistato meritatamente da Strettoia che con 120 punti ha superato la new entry La Beca (111 punti) e gli Antichi Feudi (110,5 punti). Entusiasta l’assessore alle tradizioni popolari Lora Santini.  “I tordelli sono una delle espressioni più belle e buone della nostra tradizione culinaria da valorizzare insieme al marzapane: la sfida ha tirato fuori il meglio della cucina nostrana.  E’ una sfida – anticipa – che riproporremo anche il prossimo anno, magari con qualche novità. Primo posto per gli Antichi Feudi con Laura Corbellini nella preparazione del marzapane e secondo posto ad exequo per La Lantera, Marina e Strettoia. Insieme alla targa per i vincitori anche una cena nei ristoranti che hanno aderito al menu di San Biagio.