Un premio internazionale per i presepisti di Querceta

SERAVEZZA - Bella affermazione per il Gruppo Presepisti Croce Bianca di Querceta al Premio "Il Santo Presepe" 2016, concorso internazionale promosso dall'associazione siciliana "La Stella di Betlem".

-

Gli allievi del maestro Alberto Gassani si sono classificati terzi nella sezione riservata ai presepi parrocchiali con la rappresentazione allestita lo scorso Natale nella chiesa di Santa Maria Lauretana a Querceta: un ammiratissimo diorama (così si chiama il presepe di tipo aperto) di circa dodici metri quadrati ispirato a un villaggio arabo, curato nei minimi particolari e frutto di alcuni mesi di lavoro da parte degli allievi del terzo anno dei corsi tenuti da Gassani. I loro nomi: Silvia Corsetti, Alessia Gazzentini, Lucia Salvatori, Orietta Bottari, Giancarlo Giannini, Leonardo Speroni, Roberto Bazzichi, Piero Greco, Marco Lorenzoni. Una squadra affiatatissima, formatasi per l’occasione e per la prima volta impegnata su un progetto così complesso e di tali dimensioni. I positivi giudizi del pubblico e, adesso, il terzo premio in un concorso internazionale, sono il giusto riconoscimento al talento e all’impegno dei nove artigiani-artisti. A chi fosse interessato, segnaliamo che il presepe si può ancora ammirare nella navata destra della chiesa parrocchiale di Querceta.

La scuola per presepisti attiva presso la Croce Bianca è una realtà in continua crescita. Unica in Toscana riconosciuta dall’AIAP (Associazione Italiana Amici del Presepio), nel periodo settembre-dicembre promuove corsi di vario livello. Attualmente conta una trentina di iscritti. Nel periodo natalizio gli allievi della scuola espongono le loro natività nell’ambito della grande rassegna allestita nella sala conferenze della Croce Bianca.