Cento giorni di solitudine: la mostra di Nidaa Badwan

FORTE DEI MARMI - A Villa Bertelli l'Otto Marzo si è tinto di solidarietà. La villa ottocentesca di Vittoria Apuana ospita "Cento giorni di solitudine", la mostra fotografica di Nidaa Badwan, icona ed artista palestinese che il 19 novembre del 2013 si chiuse in una stanza, la sua camera, e ci rimase quattordici mesi.

-

Per protestare contro i miliziani di Hamas che il giorno prima l’avevano fermata apostrofando il suo abbigliamento troppo “colorato”.
Da questi giorni di chiusura, di lotta pacifica, di dramma e di riflessione, è nata la mostra “Cento giorni di solitudine” che, allestita per la prima volta in esclusiva mondiale alla Galleria Civica Moca,  dall’8 marzo espone a Forte dei Marmi con le sue foto: un racconto inedito di solitudine e “rivoluzione” al femminile.