Ferrovie trascinate in tribunale per la morte sui binari di Mattia Musumeci

TORRE DEL LAGO - E' finita in tribunale la vicenda di Mattia Musumesi, il 27enne viareggino che nell'ottobre scorso venne travolto e ucciso dal treno mentre camminava lungo i binari alla stazione di Torre del Lago.

-

Come tanti prima e dopo di lui, il ragazzo aveva avuto facilmente accesso alla ferrovia dalla zona abitata razie ai tanti varchi aperti lungo la recinzione, a tratti del tutto assente. Dopo aver ottenuto l’inizio dei lavori per un muro salva-vita, lungo 500 metri e alto due, la mamma di Mattia, Franca Musumeci ha trascinato in aula le Ferrovie dello Stato, accusate di non aver garantito la sicurezza degli abitanti della zona. Peccato che nessuno si sia presentato. Ne ha parlato nei nostri studi, ospite di Diretta Versilia, in onda live ogni giorno alle 14 su Rete Versilia News.

A fianco di Franca anche il Mondo che Vorrei, i familiari delle vittime della strage ferroviaria di Viareggio sono pronti a costituirsi parte civile nel processo: un’altra battaglia a favore della sicurezza.