L’altra faccia della cucina raccontata ai ragazzi dell’alberghiero

VIAREGGIO - L'esperienza di un cuoco normale, senza stelle sul petto, lontano dai riflettori televisivi riservati agli chef, raccontata direttamente agli studenti. E' quello che ha portato ai ragazzi dell'Istituto Alberghiero Marconi di Viareggio Leonardo Lucarelli, autore romano di "Carne trita", il libro anti-sistema che narra la vera vita di chi lavora in cucina.

-

La scuole superiore, eccellenza della formazione di cuochi, camerieri e professionisti dell’accoglienza turistica in Versilia, ha organizzato una giornata ad hoc per arricchire la preparazione e formazione dei tanti studenti. Nella Sala della Croce Verde c’è stata occasione per presentare il libro alla presenza dell’autore. Tante domande, curiosità e anche qualche perplessità per come il 38enne cuoco, nato in India.

Un piccolo caso editoriale che non ha convinto tutti tra gli esperti della cucina italiana, ma che ha voluto mostrare come si lavora e si vive e sopravvive tra i fornelli di ristoranti e alberghi d’Italia, lontato dai riflettori e dagli show televisivi.

 

All’iniziativa organizzata dall’ISi Marconi hanno partecipato anche numerosi chef e professionisti della ristoranzione locale e non e critici gastronomici di riferimento per la Toscana.  Per tutti il momento più attesto quello del pranzo, nei locali del Collegio Colombo, ovviamente servito e curato dai ragazzi e dagli insegnanti dell’Alberghiero, che hanno deliziato e incuriosito anche i più esperti.