Apertura-show per il 60° Miccio Canterino

FORTE DEI MARMI - Un'apertura davvero col botto. Tifo, applausi, musica e tanto divertimento hanno colorato la prima serata del Festival del Miccio Canterino, la 60esima edizione della gara canora del Palio di Querceta che si è aperto giovedì sera a Forte dei Marmi.

-

Tutto esaurito il palasport per tutte e tre le serate, stracolmo di supporters e simpatizzanti delle otto contrade della piana versiliese. Ad aprire la serata è stato lo spettacolo dei musici e dei tamburi, seguito dallo show degli sbandieratori. A guidare la kermesse è tornata quest’anna la speaker Sara Chiarei, dopo un anno di pausa. Dopo i saluti del presidente della Pro Loco Luca Garfagnini il via allo spettacolo con i brani e gli artisti delle otto contrade.

Simone Cristicchi  per il Ponte con “#pontebisonte”. Elhaida Dani, da The Voice per la Quercia con “Non sarai mai sola”. Da X-Factor e StraFactor arriva il duo toscano Cecco e Cipo per la Lucertola con “Miccio canterino”.  Per la Cervia Carlotta con “Se la vita è una gara”. Il Ranocchio con Massimo Guidi.  “Solo un miccio”. Renzo Rubino con “Dall’altra parte del mare” per il Leon d’oro. Carlotta Cortesi – contrada il Pozzo con “Disse mio padre”. E la Madonnina con Luca Sala e Simonetta Spiri “Se ci sei tu”.

Due le esibizioni di fronte alla giuria, tra ospiti e siparietti comici. Venerdì la seconda e ultima serata di gara. Sabato sera la finalissima, una grande festa delle contrade senza giuria, in attesa di conoscere i vincitori della Lira 2017.