Tombe perpetue: “Il Comune deve restituire i soldi alle famiglie”

MASSAROSA - Potrebbe costare cara la vicenda delle tombe perpetue alle casse comunali di Massarosa. Almeno ne sono convinti i membri dell'opposizione, all'indomani della rinuncia da parte del sindaco Franco Mungai a ricorrere in Consiglio di Stato contro l'annullamento degli adeguamenti sulle concessioni cimiteriali stabilito dal Tar.

-

Cartelle da svariate migliaia di euro che il Comune aveva inviato nel 2015 a moltissime famiglie per conservare le concessioni per la tomba perpetua di famiglia. Delibera impugnata dai cittadini. Ma adesso, finita la battaglia legale, l’amministrazione deve recuperare un milione di euro messo a bilancio e adesso svanito. Ci sono poi i 120mila euro già versati dai titolari delle tombe per il rinnovo che adesso, annullata la delibera, devono essere restituiti.  E infine, una possibile maxi-richiesta di risarcimento per danni morali e materiali da parte di centinaia di massarosesi che avevano rinunciato per i troppo soldi richiesti.