Un quintale di pesce “d’aprile” sequestrato in Versilia

VERSILIA - Il personale ispettivo della Capitaneria viareggina ha sanzionato 14 operatori, per un totale di 29.500 euro. Circa 100 kg di pesce in 13 sequestri, comprendenti anche 85 attrezzi illegali, tipo nasse e reti da posta, è il frutto dell’attività di controllo eseguita dalla Guardia costiera del luogo, a Viareggio e in tutta la Versilia.

-

In 10 attività commerciali, tra Società import/export, grande distribuzione, pescherie e ristoranti, sono state riscontrate non conformità alle norme in materia di tracciabilità dei prodotti ittici. Presso un operatore della grande distribuzione di Torre del Lago sono stati rinvenuti alcuni prodotti risultati ormai scaduti. In quest’ultimo caso, è scattata la contestazione a carico del titolare dell’esercizio commerciale per non aver provveduto al ritiro della merce dal mercato. 3.200 euro l’ammontare della sanzione comminata.

Durante un controllo nel centro di Viareggio è stato intercettato un venditore abusivo intento alla commercializzazione di telline derivanti dalla pesca non professionale. Il soggetto si è allontanato alla vista degli ispettori. Sequestrati 10 Kg di Telline.

In Toscana sono stati circa 65.000 euro di sanzioni comminate, per 500 Kg. di prodotto ittico posto sotto sequestro.