Lotta senza pietà ai furbetti dei rifiuti

PIETRASANTA - In auto, in bici o in motorino. Poco importa con quale mezzo. Il furbetto dei rifiuti abbandona in ogni caso i sacchetti della spazzatura per strada, nei parchi o nei cestini. Un fenomeno che il Comune di Pietrasanta sembra prendere di petto, con centinaia di sanzioni frutto delle immagini delle telecamere.

-

 

I fotogrammi pubblicati dall’amministrazione immortalano cittadini mentre abbandonano di tutto. Immondiziata rovesciata nei bidoni della differenziata o abbandonata. E nessun freno neppure nell’abbandonare reti da materasso, sdraie e altri imgombranti che invece avrebbero dovuto smaltire nei centri di raccolta dislocati sul territorio comunale.

Inciviltà, maleducazione e semplicemente fatica nel fare la raccolta differenziata. Per questi una maxi multa da 450 euro.  Sono già 426 le sanzioni elevate a Pietrasanta tra il 2015, anno di attivazione del progetto anti-degrado, e la prima parte del 2017.

“Continueremo a spostare le telecamere anche nei prossimi giorni così da garantire una copertura del territorio più diffusa ed omogenea” – ha dichiarato l’assessore alla Polizia Municipale Andrea Cosci, che ricorda. “Sono attivi i centri di raccolta permanenti di Via Olmi e di Via Pontenuovo specializzato nella raccolta del verde. Da poche settimane è stata attivata anche l’isola ecologica a Motrone, sette giorni su sette.”