Polo Nautico: ricorso della Fiom al Consiglio di Stato

VIAREGGIO - La Fiom Cgil ha annunciato il ricorso al Consiglio di Stato contro il pronunciamento del Tar Toscana che ha ritenuto il sindacato e i lavoratori non legittimati a costituirsi in giudizio in merito al subingresso in Polo Nautico della Costruzioni Navali Viareggio di Giuseppe Balducci.

-

Contrari al frazionamento per l’assenza di un interesse pubblico e sostenendo che non di un semplice subingresso si tratti, bensì di una nuova concessione da mettere, dunque, a gara, la Fiom Cgil e due lavoratori dell’azienda consortile avevano presentato ricorso il 31 agosto 2016, contro il via libera dato, a sorpresa, dal Comitato portuale il 30 maggio.

A quasi un anno esatto di distanza, il sindacato presenterà, entro l’estate, un nuovo ricorso davanti al massimo grado della Giustizia amministrativa, il Consiglio di Stato.

Alla conferenza stampa indetta questa mattina – 27 maggio – Mauro Rossi e Massimo Braccini, segretario Fiom Toscana, hanno ribadito le motivazioni che da molti anni il sindacato oppone alle reiterate richieste di frazionamento della più vasta area demaniale per la cantieristica rimasta in città.

Solo per citarne alcune: i piccoli segnali di ripresa del settore riguardano soprattutto le imbarcazioni sopra i 40 metri; nel corso degli anni sono stati stretti accordi ed approvate delibere che stabiliscono che qualsiasi modifica dell’area deve avvenire col confronto con le forze sociali; le precedenti decisioni istituzionali, a tutti i livelli, sono state sempre a favore del mantenimento della concessione così com’è.