Sicurezza sui binari: cosa è cambiato in otto anni?

-

Il comitato “Noi non dimentichiamo”, che riunisce tutte le associazioni delle maggiori stragi italiane, si è riunito in sala di Rappresentanza. L’incontro – coordinato dal Mondo che Vorrei – ha visto la partecipazione del Consigliere regionale Stefano Baccelli e di Beniamino Deidda, ex Procuratore generale della Toscana oggi in pensione, che aveva seguito le prime indagini sul 29 giugno.

Mentre si attendono ancora le motivazioni della sentenza di primo grado che ha condannato Mauro Moretti a 7 anni di reclusione, il lavoro del coordinamento del comitato va avanti. Hanno aderito anche i familiari delle vittime dell’incidente ferroviario di Andria in Puglia, dello scorso luglio. Un caso che da Viareggio viene osservato da vicino.

 

di Redazione

Spray urticanti per la Polizia Municipale di Pietrasanta

-

Una misura che era stata promessa dopo l’aggressione subita lo scorso novembre da un vigile, minacciato con un coltello da un extracomunicatario in centro. Sono stati l’Assessore alla Polizia Municipale, Andrea Cosci ed il Responsabile del Comando della Polizia Municipale, Giovanni Fiori a presentare la novità a fianco della riattivazione del servizio notturno il sabato con pattugliamenti ed agenti operativi fino alle 6 della domenica mattina. Novità e conferme che erano state anticipate in vista dell’estate dall’amministrazione comunale.

Tutti gli agenti hanno seguito uno specifico corso per utilizzare il nuovo strumento anti-aggressione che si è tenuto proprio a Pietrasanta da parte dell’istruttore della Scuola di polizia locale interregionale della Toscana, Liguria ed Emilia Romagna.

di Redazione

Otto anni dopo il disastro: l’omaggio alle vittime di via Ponchielli

-

Alla messa solenne nella cappella cimiteriale ci sono soprattutto istituzioni e familiari delle vittime. Una cerimonia densa di significato, officiata anche quest’anno dall’Arcivescovo di Lucca Italo Castellani, presente ogni anno, insieme a tutti i parrochi al completo della città di Viareggio. Difficile trovare le parole giuste che da otto anni combatte la verità, con il vuoto nel cuore.

Allestita all’interno del camposanto la mostra “Incancellabile”, esposizione itinerante che racconta la notte del disastro, l’emergenza dei giorni seguenti, la conta infinita dei morti. Oltre al sindaco Giorgio Del Ghingaro e i rappresentanti di altri Comuni della Versilia, anche il neoprefetto di Lucca Maria Laura Simonetti, che nel 2009 era vicario in Prefettura.

Dopo la messa, i fedeli e i familiari hanno raggiunto il sacrario delle vittime, per la benedizione da parte dell’Arcivescovo. Tanti fiori, foto e cimeli in ricordo di chi da otto anni non cè più.

di Redazione

Il Forte chiude con Orlandi: “Dobbiamo abbassare i costi”

-

“La società rossoblu ringrazia Alberto per il prezioso contributo, sportivo ed umano, al conseguimento dei successi raccolti nei quattro meravigliosi anni trascorsi con la maglia di Forte dei Marmi e gli augura il meglio per il futuro” – così scrive il Presidente Piero Tosi. “Grazie Alberto!”

di Redazione

Viareggio e Pietrasanta fuori dalla Società della Salute: ecco il piano

-

Un vero e proprio asse quello tra il sindaco Massimo Mallegni (Forza Italia) e il collega di Viareggio Giorgio Del Ghingaro (MdP), che fianco a fianco, stesso look per altro, spiegano i motivi e i vantaggi.

L’intesa Viareggio-Pietrasanta – che sul piano politico tenta di arginare l’influenza dei quattro sindaci del Partito Democratico – presenta i primi risultati sul piano culturale, con un piano di promozione congiunta del Festival Puccini e della Versiliana, con brochure e cartellonistica condivisa.

Primi passi insieme anche sulla sicurezza  e sulla lotta all’abusivismo, con un manifesto anti-falsari. Quest’ultimo capitolo vede già l’adesione del neosindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi.

 

di Redazione

Contrade: pari tra Ranocchio e Quercia, si va alla bella

-

La partita si infiamma subito al pronti via. A due minuti dal fischio va subito in rete la Quercia con Gionata Puccinelli, che prende di sorpresa i difensori del Ranocchio. Il pareggio arriva intorno al 40esimo con un gol nato su una punizione tirata da Bertoli e respinta dalla difesa. Palla presa e inscaccata da Ferrari che tira dritto in porta. Il secondo tempo non cambia le distanze tra le due squadre e malgrado i tentativi si arriva al fischio finale con un pareggio, che porta le due contrade a ricontrarsi per la bella.

Il girone A si è chiuso con una sorprendente Madonnina al primo posto, e con il parimerito tra Quercia e Ranocchio, mentre la Cervia fanalino di coda è già eliminata.

di Redazione

Corteo 29 giugno: il Ministro Del Rio non ci sarà. Diretta su Rete Versilia

-

Lo ha comunicato in queste ore in una lettera ai familiari delle vittime il Ministro dei Trasporti Graziano Del Rio, invitato a venire a Viareggio. Assente per precedenti impegni istituzionali. “Il 29 giugno 2009 come il 12 luglio 2016, il giorno dell’incidente ferroviario di Andria, sono impresse per sempre nella nostra mente” – ha scritto Del Rio. Tragedie come queste ci portano ogni giorno a misure di rafforzamento della sicurezza, per i passeggeri e per le città attraversate. Tragedie che attendono il compimento della giustizia che deve essere piena” – ha commentato il Ministro.

Intanto Viareggio si prepara a raccogliersi nel dolore e nel ricordo di quella notte di otto anni fa. Appuntamento alle 21 alla Casina dei Ricordi, lungo la ferrovia, per poi seguire il consueto percorso attraverso il cavalcavia, via Regia, Passeggiata, via Mazzini, Croce Verde e di nuovo in via Ponchielli dove alle 23.48 32 rintocchi saluteranno le vittime innocenti di quel disastro.

Tutta la serata sarà trasmessa in diretta dalle 21 su Rete Versilia News e Noi Tv.

di Redazione

Torna la “Muscle Beach” della Versilia sotto il pontile di Tonfano

-

In dirittura d’arrivo l’allestimento della palestra open air realizzata dal Comune di Pietrasanta per combattere il degrado ed i fenomeni di vandalismo e bivacco notturno che da anni caratterizzavano questo spazio nel cuore della spiaggia di Marina di Pietrasanta. Dopo il recupero in chiave turistica della spiaggia libera di Motrone, rendendola accessibile anche ai portatori di handicap e dotandola di tutti i servizi indispensabili, va in replica la positiva esperienza della palestra sottopontile già sperimentata la scorsa estate. Per turisti e residenti torna la bella abitudine del fitness in riva al mare con la possibilità di utilizzare gratuitamente macchine per crossfit e potenziamento muscolare al riparo dal sole. Lo spazio è stato potenziato con un nuovo attrezzo che consente l’utilizzo anche da parte di 12 utenti contemporaneamente..

di Redazione

Inizia l’era Murzi: per la prima volta una donna alla Presidenza del Consiglio

-

Gremitissima la sala di Villa Bertelli per assistere alla prima seduto della nuova era amministrativa, guidata dalla lista trasversale “Noi del Forte”. Atmosfera da primo giorno di scuola per tutta la giunta comunale, tutti alla prima esperienza, e tra i banchi del Consiglio. Tra quelli della minoranza l’ex vice sindaco Michele Molino che guiderà l’opposizione.

Emozionato il sindaco Murzi, come confessato prima del giuramento ai microfoni di Paolo Barberi.

Eletta, come previsto, Presidente del Consiglio Comunale Simona Seveso, la prima donna nella storia di Forte dei Marmi a ricoprire il ruolo.

 

di Redazione

Da Napoli in Versilia per rubare Rolex: sgominata un’altra banda

-

L’operazione della Polizia di Stato ha preso spunto dall’arresto in flagranza di LOSBEFERO Raffaele, di anni 25, avvenuto il 26 febbraio 2017 a Marina di Pietrasanta (l’uomo è attualmente ristretto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a Napoli) ad opera del Personale delle Volanti del Commissariato per una rapina di un orologio Rolex Daytona del valore di 40.000 euro ai danni di un uomo di 70 anni che mentre passeggiava in spiaggia è stato aggredito dal Losbefero che, sopraggiunto alle spalle, gli strappava l’orologio.

Dopo l’arresto, è iniziata, quindi, una lunga attività di indagine, da cui è emerso, approfondendo i rapporti dell’arrestato e i ricostruendo i suoi movimenti nelle ore precedenti all’arresto, che agiva con la complicità di altri 3 complici, 2 uomini e una donna.

Utilizzando sia i metodi tradizionali d’indagine che tecnologici, è stato possibile individuare i luoghi in cui i criminali avevano soggiornato ed in particolare sono stati individuati i mezzi, tutti presi a noleggio, utilizzati dal gruppo per giungere in Versilia e per commettere il reato.

È stato rintracciato dapprima il furgone, utilizzato per il trasporto del ciclomotore, e successivamente anche lo stesso ciclomotore che è solito essere usato per l’esecuzione di questa tipologia di reati.

Il ciclomotore, è stato parcheggiato a Viareggio, dopo la rapina al settantenne, fino alla metà del mese di marzo quando gli indagati sono tornati a recuperarlo per spostarlo in un’altra città del Nord Italia, dove verosimilmente avrebbero messo in atto altre rapine se il motociclo non fosse stato controllato su segnalazione del Commissariato di Forte e posto sotto sequestro al casello autostradale di Torino. I banditi avevano in uso anche una FIAT panda, sempre presa a noleggio, utilizzata per la fuga verso Napoli successivamente all’arresto del LOSBEFERO.

Le indagini svolte quindi facevano emergere elementi di colpevolezza tali da poter confermare che il LOSBEFERO Raffaele non aveva agito da solo, ma con lui concorrevano nel reato altre persone per le quali sono state richieste opportune misure cautelari.

Fondamentale è stato l’apporto tecnico fornito dal personale della Polizia Scientifica che, acquisendo i filmati delle videocamere di sicurezza montate nei luoghi degli eventi narrati, riusciva a tracciare i movimenti del gruppo, sia il giorno della tentata rapina che negli spostamenti successivi volti a coprire la loro presenza in questo territorio.

di Redazione