Alberto di Monaco e consorte a sorpresa a Pietrasanta

PIETRASANTA - Visita "segreta" lontana da telecamere, fotografi e giornalisti per Alberto di Monaco e il principe consorte di Danimarca, Henrik, padre del Re Federico e marito della regina Margherita II.

-

I due reali, a distanza di un mese l’uno dall’altro, hanno scelto il Museo dei Bozzetti del Comune di Pietrasanta, all’interno del complesso di S. Agostino. Per loro una visita privata per godere appieno della bellezza e delle suggestioni delle opere in miniatura di Botero, Mitoraj, Kan Yasuda, Ciulla, Vangi e tanti altri artisti. Avvolti dalle “prove d’artista”, centinaia quelle ospitate nel Museo, i due reali sono stati accompagnati dentro i segreti delle opere d’arte contemporanea più celebri.

Passate “inosservate” per pure esigenze di sicurezza ma programmate da settimane, i due reali hanno potuto apprezzare il ricco patrimonio delle celebri maquette che hanno richiamato a Pietrasanta, nell’ultimo anno, 22mila visitatori, il 75% in più rispetto all’anno prima. Per entrambi il soggiorno culturale è coinciso con una serie di tappe artistiche alla scoperta dei laboratori e delle fonderie che danno vita con il marmo ed il bronzo alle opere. Per Alberto di Monaco, accompagnato dallo scultore francese Bernard Bezzina (due i suoi bozzetti presenti al Museo) e da Valentina Fogher, il tour è proseguito visitando la Fonderia Artistica Versiliese ed il Laboratorio di Massimo Galleni prima di recarsi alle Cave di Marmo a Carrara. Per Alberto di Monaco anche il tempo per un aperitivo in Piazza Duomo per ammirare le opere di Jorgen Haugen Sorensen sullo sfondo del campanile, del Duomo e della Rocca.