Carnevale: ecco come sarà fino al 2020

VIAREGGIO - Nove carri di prima categoria, cinque di seconda, nove mascherate di gruppo e dieci maschere isolate. Manterrà questa fisionomia per i prossimi tre anni il Carnevale di Viareggio. Lo conferme nero su bianco il nuovo bando 2018-2020 appena pubblicato dalla Fondazione, dopo un lungo e faticoso confronto e scontro con i carristi.

-

Numerose le novità introdotte nel regolamento a partire dalla prossima edizione (dal 27 gennaio al 17 febbraio).

Avanzamenti e retrocessioni raddoppiano: ovvero,al termine del trienno, saranno due carristi alla volta e non più uno a salire o scendere tra le categorie. Dunque la gara sarà più accesa. E chi fosse impossibilitato a partecipare anche un solo anno, come accaduto a Politi-Borri, sarà automaticamente retrocesso. Ridotti i costi a carico dei carristi per il comodato d’uso degli hangar, scesi a circa mille euro al mese, ma inasprite le sanzioni per chi non rispetta i tempi di consegna dei carri e le verifiche sullo stato di avanzamento lavori. Ma la vera novità è il premio che andrà ai carristi in caso di maggiori entrate dalla vendita dei biglietti, che saranno ridistribuite.

Sui materiali viene introdotto un vincolo solo per le mascherate di gruppo e le isolate che dovranno avere il 70% e il 100% di cartapesta o carta a calco. Per i grandi carri è sufficiente che dichiarino i materiali e le tecniche utilizzate. Soddisfatti per il nuovo bando i carristi e la Fondazione Carnevale. già a lavoro per la prossima edizione.

Intanto c’è tempo fino a lunedì 7 agosto per consegnare, in busta chiusa, i bozzetti. La Fondazione sarà più severa – da quanto si apprende – su eventuali doppioni. La presentazione alla città sarà domenica 20 agosto, con una grande festa in Cittadella a ingresso libero.