Delitto Iacconi: 18 anni per Federico Bianchi e 15 per Alessio Fialdini

LUCCA - 18 anni per Federico Bianchi e 15 anni e 8 mesi per Alessio Fialdini. Questa la sentenza di condanna per i due "maggiorenni" accusati della morte di Manuele Iacconi, avvenuta la notte del 31 ottobre del 2014 in Darsena a Viareggio. La Procura aveva chiesto 30 anni.

-

Si è svolto oggi il processo con rito abbreviato per i due maggiorenni coinvolti nell’aggressione al 34enne di Piano di Mommio, poi deceduto, dove rimase ferito anche l’amico Matteo Lasurdi.

I due maggiorenni, Federico Bianchi 22 anni, difeso da Maria Laura Bitonte e Alessio Fialdini 21 anni, difeso da Massimo Landi sono stati condannati per omicidio e tentato omicidio, ma il loro ruolo nella vicenda, secondo l’accusa sarebbe diverso. Di fronte al giudice Antonia Aracri, Alessio Fialdini è stato condannato a 18 anni, mentre Federico Bianchi a 15 anni e 8 mesi , il Pm Sara Polino aveva richiesto 30 anni, la decisione della condanna è avvenuta nel pomeriggio dopo la Camera di Consiglio. In precedcenza due minorenni, anche loro coinvolti nell ‘aggressione, sono stati condannati in due procedimenti separati a dodici anni di carcere.Per uno di loro, quello che si era autoaccusato del pestaggio di Iacconi, è attesa la fissazione del processo in Cassazione, l’altro ha fatto appello contro la condanna di primo grado.