De Sortis, dopo 86 anni le suore di Santa Marta lasciano

VIAREGGIO - Dopo quasi 90 anni di presenza costante, le suore appartenenti all'Ordine di S.Marta lasciano l'istituto Elisabetta De Sortis sulla via Aurelia nel quartiere Varignano dove da sempre trovano alloggio i bambini meno fortunati. Un pezzo di storia che se ne va’, non solo religiosa ma anche sociale, della comunità viareggina.

-

Fondato nel 1931 dalla nobildonna di origini genovesi Elisabetta De Sortis, l’istituto operò inizialmente come orfanotrofio e luogo d’ospitalità per i bambini rimasti orfani o che avevano alle spalle una situazione familiare particolarmente problematica. All’interno dell’Istituto alloggiavano cinque religiose.
A ripercorrere sommariamente la storia di questo luogo, un’isola di silenzio e preghiera nel cuore pulsante del quartiere Varignano, stretta tra l’allegra e chiassosa presenza della vicina scuola, è suor Aurelia, superiora dell’Istituto.

Il Presidente della Misericordia di Viareggio Gabriele Cipriani, che è proprietaria dell’Istituto De Sortis, assicura che il servizio sarà comunque garantito attraverso una cooperativa e che la struttura non accoglierà migranti (come da alcune parti ventilato), bensì continuerà a dare alloggio ai bambini meno fortunati.

“Siamo rimaste in poche” – racconta – “e il nostro ordine ci ha chiesto di rientrare nella casa madre. E così sarà.”