Sequestrate due attività abusive sulla marina

TORRE DEL LAGO - Il controllo congiunto è scattato di prima mattina presso la spiaggia libera di Torre del Lago, anche a seguito di alcune segnalazioni pervenute da privati cittadini che intendevano godere della spiaggia libera in parola e non erano abituati a vederla occupata. Il Personale della Capitaneria di porto e della Polizia Municipale di Viareggio ha effettuato un primo sopralluogo alla fine di Viale Europa di Torre del Lago, all’altezza del locale Boca Chica.

-

Sulla spiaggia erano presenti 2 strutture ombreggianti e circa 50 lettini e 30 ombrelloni, pronti ad essere noleggiati all’utenza interessata al prezzo di 8 euro al giorno, servizio doccia calda incluso. Sul posto anche una rete di pallavolo con relativi nastri segna campo. Inoltre, altri 70 lettini dello stesso genere sono stati rinvenuti all’interno del locale sopra richiamato. Un cittadino extra comunitario, per il quale sono in corso accertamenti di rito anche di natura previdenziale, era presente in zona intento a trasportare le attrezzature balneari dal locale Boca Chica verso la prospiciente spiaggia libera.
Tutto il materiale, comprese alcune attrezzature per il trasporto di lettini ed ombrelloni in spiaggia, è stato sottoposto a sequestro probatorio per occupazione abusiva di spazio demaniale, inosservanza di norme sui beni pubblici e violazione del regolamento regionale sul commercio, per un totale di sanzioni di circa 7.000 euro. Dell’attività svolta è stata naturalmente informata l’Autorità Giudiziaria.
Successivamente, i militari si sono recati a fianco del Bagno Barbara di Torre del Lago. Qui, in area attrezzata di circa 400 mq, sono stati rinvenuti 2 catamarani, 1 patino e 14 attrezzature tra canoe, tavole da surf, sup e vele, anch’esse pronte per essere noleggiate.
Le attrezzature appartenevano ad un cittadino comunitario che, pur avendo presentato nel mese di giugno apposita istanza al Comune di Viareggio per l’occupazione dell’area a fini noleggio natanti e scuola surf, non aveva ottenuto le autorizzazioni del caso. Anche questa attività abusiva è stata pertanto interrotta, con il sequestro delle attrezzature e la denuncia all’Autorità Giudiziaria competente.
Le aree demaniali abusivamente occupate (per un totale di 1.200 mq circa) sono state quindi restituite alla libera fruizione collettiva.
Le attrezzature sequestrate nelle due distinte operazioni ammontano complessivamente ad un valore economico di circa 20.000 euro.
Il Comandante Davide Oddone, nel ringraziare per la preziosa collaborazione la Polizia Municipale di Viareggio, assicura che nei prossimi giorni proseguiranno i controlli per evitare il ripetersi di tali situazioni, anche nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2017” che vedrà il suo culmine nei giorni di Ferragosto.