Abusivi in spiaggia, Confesercenti: fatturati crollati del 30%

VERSILIA - La buona notizia è che la stagione turistica è andata a gonfie vele. La cattiva è che l'abusivismo commerciale, specie in spiaggia, è più florido che mai. A fare un bilancio di fine estate è Confesecenti Versilia.

-

Partiamo dal dato positivo. Manca ancora il mese di settembre, ma con giugno, luglio e agosto le località balneari versiliesi sono state in linea con la tendenza nazionale registrata dal Centro Studi Turistici  di Confesercenti-Assoturismo, che parla di un +3,7% di pernottamenti e +4,1% di arrivi. Un quadro molto positivo per l’economia, purtroppo ridimensionato dall’invasione di abusivi. Lo denuncia la presidente Esmeralda Giampaoli.

“In particolar modo sul lungo mare di Torre del Lago, fin dalla mattina presto, dagli autobus di linea, si riversano diverse decine di abusivi, che, del tutto indisturbati, hanno modo di allestire veri e propri banchetti per la vendita di prodotti di vario genere: teli mare, borse, costumi, ecc.. Tutto ciò sotto gli occhi impotenti di commercianti e forze dell’ordine”. “Un danno ai commercianti regolari che hanno visto un crollo dei guadagni del 30%.”

“I controlli – denuncia ancora Confesercenti – sono stati non sono stati sufficienti e venditori sono stati lasciati indisturbati. Gli operatori del settore, che da anni operano sulla zona sono del tutto inermi di fronte e tale fenomeno” – prosegue Giampaoli, che chiede alle istituzioni di restare al fianco degli imprenditori.