Condannato per la strage di Viareggio, oggi si occupa di manutezioni: “Vergogna”

VIAREGGIO - Sono indignati, ancora una volta, i familiari delle vittime della strage di Viareggio, all'indomani della nomina di Vincenzo Soprano alla guida della società "Titagarh Firedma Adler".

-

Il nuovo ad nel 2009 era amministratore delegato di Trenitalia ed è stato condannato in primo grado dal Tribunale di Lucca per omcidio colposo plurimo aggravato, disastro ferroviario, incendio e lesioni colpose.

La società privata di cui Soprano è da oggi è amministratore  si occupa proprio di sicurezza e di manutenzione delle carrozze ferroviarie. Per Marco Piagentini, sopravvissuto e presidente de “Il Mondo che Vorrei”, è l’ennesima offesa. “Una scelta eticamente e moralmente inaccettabile.”

Intanto si avvicina il 15 ottobre, la scadenza per presentare il ricorso in appello alla sentenza di primo grado del 31 gennaio scorso. I familiari si aspettano che il Comune di Viareggio, la Provincia di Lucca e la Regione Toscana si costituiscano parte civile entro quella data.