Si apre il dopo-Mallegni: “Non scelgo io il mio erede in Municipio”

PIETRASANTA - Il terzo mandato di Massimo Mallegni finisce 27 mesi dopo la sua rielezione al secondo turno nel giugno 2015. Da sindaco non è candidabile al Parlamento e quindi si è visto costretto a scegliere tra Pietrasanta e Roma.

-

L’uscita di scena di Mallegni apre una lunghissima campagna elettorale. Ancora non ci sono nomi nel centrodestra, anche se in molti sono pronti a scommettere sul vice sindaco Daniele Mazzoni, come erede dell’attuale giunta. “Una squadra” – ha detto Mallegni – “pronta a  proseguire il lavoro anche senza di me”.

Duro il commento del capogruppo del Partito Democratico Rossano Forassiepi, sfidante di Mallegni nel 2015. “Lascia perplessi e amareggiati il comportamento del Sindaco che lascia la città per cui era stato eletto per cercare nuove avventure romane. I primi ad essere traditi sono proprio i suoi elettori e la città tutta, due anni di campagna elettorale alle spalle dei cittadini di Pietrasanta. Anche il centro sinistra adesso è a caccia di un candidato. “Noi lavoriamo per dare alla città guida salda e affidabile che metta al centro le priorità del territorio perchè di persone che sfruttano la città e che la usano come un taxi non ne abbiamo più bisogno”